BLOG

banner-preventivo

Wi-Fi, scoperta una falla mondiale: pericolo hacker, ecco come proteggersi

I dati di milioni di persone a rischio a causa di falle di sicurezza che interessano le connessioni Wi-fi. Nel Wpa2, cioè uno degli algoritmi di crittografia del Wi-Fi, sono state trovate vulnerabilità che possono essere usate da cybercriminali per "rubare informazioni sensibili come carte di credito, password, chat, email", spiega l'università belga KU Leuven che ha scoperto le falle, al momento non sfruttate, grazie al lavoro del ricercatore Mathy Vanhoef.

LEGGI TUTTO: Wi-Fi, scoperta una falla mondiale: pericolo hacker, ecco come proteggersi

Roma ed open source: il pinguino nella capitale?

Circa un anno fa (il 14 Ottobre 2016, per la precisione), il consiglio cittadino della nostra capitale ha approvato la proposta del consigliere Flavia Marzano, ovvero “Impegno all’uso di software libero o a codice sorgente aperto nell’Amministrazione Capitolina” (qui il link al verbale del comune).

LEGGI TUTTO: Roma ed open source: il pinguino nella capitale?

A Rovereto dal 13 al 15 ottobre il Festival dell’Informatica al servizio del sociale

Tre giorni per scoprire le nuove tecnologie al servizio di chi ne ha più bisogno. Cyberbullismo e fake news, prevenzione delle calamità naturali, domotica, soluzioni tecnologiche per i disabili, progetti di cooperazione internazionale al centro di laboratori, workshop e incontri con esperti nazionali e internazionali.
Tra gli ospiti Elsa Fornero, Francesco Profumo, Paolo Crepet, Massimo Sideri, Umberto Ambrosoli, Marco Morganti, Guido Marangoni, Nadio Delai, Laura Bononcini, Federico Taddia, Isabella Bossi Fedrigotti e gli atleti paralimpici Andrea Devicenzi e Massimo Spagnoli.

LEGGI TUTTO: A Rovereto dal 13 al 15 ottobre il Festival dell’Informatica al servizio del sociale

I media e il nuovo immaginario collettivo

Ancora numeri record per internet: il 75,2% degli italiani sul web, grazie a smartphone e social network. La crescita degli utenti di internet in Italia ha rallentato il ritmo, ma prosegue. Nel 2017 ha raggiunto una penetrazione pari al 75,2% della popolazione, l'1,5% in più rispetto al 2016 (e il 29,9% in più rispetto al 2007). Il telefono cellulare è usato dall'86,9% degli italiani e lo smartphone, in particolare, dal 69,6% (la quota era solo del 15% nel 2009). Gli utenti di WhatsApp (il 65,7% degli italiani) coincidono praticamente con le persone che usano lo smartphone, mentre circa la metà degli italiani usa i due social network più popolari: Facebook (56,2%) e YouTube (49,6%). Notevole il passo in avanti di Instagram, che in due anni ha raddoppiato la sua utenza (nel 2015 era al 9,8% e oggi è al 21%), mentre Twitter resta attestato al 13,6%.

LEGGI TUTTO: I media e il nuovo immaginario collettivo